RIBERA – “Big Family”, requisitoria del Pm

E’ arrivato il momento della requisitoria del pubblico ministero , Amelia Luise, nel processo “Big Family”, che si celebra al Tribunale di Sciacca, con 9 imoutati, quasi tutti di Ribera, coinvolti in un’indagine coordinata dalla Dda di Palermo. I personaggi centrali sono: Ciretta Veible, di 56 anni, e il figlio, Carlo Giardiello, di 31. Sono imputati per associazione a delinquere finalizzata al trasporto, alla detenzione e allo spaccio di droga, assieme a Maria Seidita, di 42 anni; Massimo Tabbone, di 32; Tiziana Oddo, di 29; Giuseppe Failla, di 37; Sergio Beniamino, di 40; Saverio Franzese, di 29. L’inchiesta riguarda diverse sostanze stupefacenti, cocaina, eroina, hashish e marjuana. L’indagine, svolta dal commissariato di Polizia di Sciacca, avrebbe focalizzato singoli ruoli e modalità di approvvigionamento e spaccio della droga. Giardiello e la madre, Ciretta Veible, avrebbero tenuto i contatti con il napoletano, organizzando e promuovendo l’attività. Al termine dell’udienza del 13 gennaio il presidente del Tribunale di Sciacca, Andrea Genna, stabilirà il calendario delle udienze per la discussione delle difese.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.