RIBERA – La procura apre inchiesta sul crollo del ponte sul fiume Verdura[VIDEO]

La Procura di Sciacca ha aperto un’inchiesta sul crollo del viadotto Verdura, avvenuto sabato scorso sulla strada statale 115, all’altezza dello svincolo per Ribera. L’inchiesta, conoscitiva, mira ad accertare le cause del cedimento e eventuali responsabilità. E il deputato regionale Salvino Caputo ha presentato un’interrogazione parlamentare al governo regionale per chiedere al Governatore “i provvedimenti da adottare per la sicurezza delle nostre strade e soprattutto per interventi immediati al fine di ripristinare la viabilità sul tratto di strada che collega Sciacca e Ribera”. Intanto sono proseguite anche oggi le verifiche tecniche dell’Anas sul ponte Verdura. L’Anas, in accordo con la prefettura di Agrigento, ha individuato un percorso alternativo per i veicoli leggeri e per i servizi pubblici essenziali. Per i veicoli provenienti da Sciacca e diretti ad Agrigento: dalla statale 115 al km 134, svincolo di Sant’Anna, si imbocca la strada provinciale 36 in direzione Caltabellotta e si prosegue sulla strada provinciale 88 in direzione Burgio, sulla strada provinciale 47, in direzione Villafranca Sicula, sulla statale 386 “di Ribera” in direzione Calamonaci-Ribera fino a incrociare la statale 115 in corrispondenza dello svincolo Verdura al km 136,2. Percorso inverso per i veicoli provenienti da Agrigento e diretti a Sciacca imboccando la statale 189 al km 136,2, svincolo Verdura, dalla statale 115. Questo percorso alternativo è precluso ai mezzi pesanti, con massa superiore alle 3,5 tonnellate, ai quali è consigliato di percorrere da Agrigento a Sciacca la statale 115, la statale 189 “della Valle dei Platani”, la statale 121 “Catanese”, A19/dir, la statale 624 “Palermo-Sciacca” e la SS115. Percorso inverso per i mezzi pesanti provenienti da Sciacca e diretti Agrigento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.