RIBERA – Uccise il fratello: Guddemi “incapace di intendere e di volere”

Secondo i periti incaricati dal Tribunale e dalla Procura di Sciacca, Vincenzo Guddemi, 60 anni, di Ribera, imputato dell’ omicidio del fratello Giuseppe, ucciso il 29 settembre del 2011, e’ stato incapace di intendere e di volere al momento della commissione del delitto. Guddemi accoltello’ a morte il fratello al culmine di una lite provocata da futili motivi. Prossima udienza il 16 marzo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.