RIESI – Omicidio Francesco Tabbì, due arresti

Identificati e arrestati dai carabinieri i due presunti autori dell’omicidio del pregiudicato di Riesi, Francesco Tabbì, 57 anni, ucciso a colpi di arma da fuoco la scorsa settimana nel suo podere di contrada Margio. Uno dei probabili assassini è figlio della vittima: si chiama Rocco Tabbì, 28 anni, fa il bracciante agricolo e ha precedenti penali.

Avrebbe agito per motivi di interessi pianificando il delitto con il proprio futuro cognato, Calogero Bartoli, di 36 anni, operaio, incensurato, marito della sorella della sua fidanzata. Ritrovata e sequestrata anche l’arma del delitto. Il movente sarebbe legato a una eredità che Francesco Tabbì aveva ricevuto e non intendeva dividere con nessuno.

Le indagini dei carabinieri, coordinate dalla procura di Caltanissetta, hanno accertato che i contrasti in famiglia erano diventati così accesi da indurre il padre a sparare a scopo intimidatorio contro il figlio Rocco e contro Calogero Bartoli qualche giorno prima di essere ucciso. Un episodio, questo, che non è stato mai denunciato dai due complici, presunti assassini, rinchiusi ora nel carcere di Caltanissetta con l’accusa di omicidio volontario premeditato.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.