Riina e l’omicidio Dalla Chiesa ”Dissi: diamogli il benvenuto”

“Quando ho sentito alla televisione che il generale Dalla Chiesa era stato promosso prefetto di Palermo per distruggere la mafia ho detto: ‘prepariamoci’. Mettiamo tutti i ferramenti a posto, tutte le cose pronte per dargli il benvenuto”. Lo racconta il boss Totò Riina al capomafia pugliese Alberto Lorusso durante una conversazione in carcere intercettata.  

“Lui – aggiunge – gli sembrava che veniva a trovare qua i terroristi. Gli ho detto: ‘qua il culo glielo facciamo a cappello di prete”. “Un generale di ferro dice che era”, continua. “S’è visto come era di ferro”, replica Lorusso. “Contro il terrorismo – prosegue – combinò poco… lo potevano pure ammazzare i terroristi”. “L’intenzione l’avevano – risponde il pugliese – ma non furono capaci”.

Riina ricorda gli appostamenti fatti per organizzare l’attentato a Dalla Chiesa: “sta uscendo, deve andare a mangiare e va bene … ta ta ta ten (indica i colpi esplosi nell’agguato)”. “Devi cercarlo – spiega – devi andare pure dentro la caserma”.

Il boss corleonese rammenta il disappunto di uno dei killer del commando, Pino Greco Scarpuzzedda che si lamentò per essere arrivato tardi e non avere potuto sparare per primo. “Lui era un ritardatario  – dice – e non si dava pace”.

Il padrino non risparmia commenti sulla vita privata del generale e sul suo matrimonio con Emanuela Setti Carraro, morta nell’attentato: “Figlio di puttana… s’era preso la picciuttedda (la ragazza ndr), ma non se l’è potuta godere, gli è rimasta nella gola, l’ha fatta venire a Palermo”.

Poi ironizza sulle tesi che vedono dietro al delitto Dalla Chiesa il coinvolgimento di soggetti estranei a Cosa nostra: “loro sono convinti che a uccidere il padre fu lo Stato – dice alludendo ai figli del generale – ma c’è solo un uomo e basta. – conclude alludendo a se stesso – Ha avuto la punizione di un uomo che non ne nasceranno più”.

Riina torna pure sull’attentato a Falcone: “Meno male che lui si è voluto mettere là al posto dell’autista, se no si salvava, disgraziato. Una trovata migliore l’ha potuta trovare lui solo”.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.