SAMBUCA DI SICILIA – Il maresciallo dei carabinieri confessa

Avrebbe ammesso di avere intascato 600 euro da un imprenditore il maresciallo dei carabinieri Luigi Sapienza, 53 anni, comandante della Stazione dell’Arma di Sambuca di Sicilia. La confessione durante l’udienza di convalida davanti al gip del tribunale di Sciacca, Giuseppe Miceli, che gli ha concesso i domiciliari. L’interrogatorio è andato avanti fino a sera nel carcere Petrusa di Agrigento. Il maresciallo era assistito dall’avvocato Francesco Giambalvo e il sottufficiale ha nominato un secondo difensore. Nel carcere Petrusa c’era anche presente il sostituto procuratore Giovanni Lucio Vaira che adesso coordinerà l’inchiesta per chiarire eventuali ulteriori analoghi episodi.

Le indagini sono state svolte dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria che operano presso la procura di Sciacca e da quelli del nucleo operativo della Compagnia saccense.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.