SAN GIOVANNI GEMINI – Tragedia follia, Mirko Lena avrebbe ucciso a mani nude

Il ventisettenne sangiovannese Mirko Lena avrebbe ucciso l’ex fidanzata e sua coetanea Concetta Traina , e la madre di lei, Angelina Reina, di 71 anni, probabilmente a mani nude. Nessuna arma da taglio è stata rinvenuta all’interno della casa di via Leopardi, dove si è consumata la strage per motivi passionali. Portata a termine la missione di morte, l’omicida, è salito all’ultimo piano dello stabile, impiccandosi nella trave della mansarda, utilizzando dei cavi elettrici.

Dopo l’ispezione cadaverica effettuata sul luogo del delitto che ha consentito al pubblico ministero Antonella Pandolfi di avere i primi dati scientifici sulla morte dei tre sangiovannesi, è stato deciso di effettuare l’esame autoptico, per chiarire gli ultimi dubbi rimasti. Probabilmente la madre di Concetta, sarebbe stata uccisa anche con l’utilizzo di un oggetto, forse da taglio. Ad effettuare la perizia necroscopica sarà il medico legale Giuseppe Ragazzi, di Catania, professionista molto stimato e noto per essersi occupato anche del caso relativo alla morte dell’ispettore di Polizia, Filippo Raciti.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.