SANITA’ – “Fili di sutura nell’addome”, condannata Asp Agrigento

Il Tribunale di Agrigento ha condannato l’Azienda sanitaria provinciale a pagare un risarcimento di 150mila euro ai figli di Assunta Pedacqua, morta l’8 agosto del 2010. La donna, nel giugno precedente, fu sottoposta ad un intervento chirurgico all’addome all’ospedale “San Giovanni di Dio”, e poi morì dopo essere stata dimessa. A seguito di successivi accertamenti compiuti all’ospedale “Sant’Elia” a Caltanissetta si scoprirono nell’addome della donna ancora parecchi fili di sutura.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.