SANTA NINFA – Agrigentino muore mentre aspetta che la strada torni transitabile

Muore mentre attende che venga liberata l’autostrada bloccata dalla neve. E’ successo la notte di Capodanno.

S.P 66 anni di Agrigento era fermo all’interno del suo furgone bianco all’inizio delle gallerie di Santa Ninfa direzione Mazara, sull’autostrada A 29. In quel tratto si era formata una lunga coda di veicoli, compreso alcuni autobus di linea, impossibilitati ad impegnare la salita molto rapida per la presenza del fondo ghiacciato.

Erano le 19,30, mentre era già iniziato il lavoro dei mezzi dell’Anas impegnati a gettare il sale nelle due mezzerie. Per fare defluire i veicoli sono stati utilizzati gli svincoli di Salemi e Santa Ninfa. Sono stati gli agenti della Polizia Stradale a notare che l’uomo aveva il capo reclinato sullo sterzo del suo mezzo. A prima vista sembrava che l’autista si fosse appisolato ma purtroppo non era così. Gli agenti, sotto le direttive del Comandante provinciale Nicola D’Angelo,hanno capito che l’uomo era stato colto da malore ed hanno allertato il 118 che è arrivato da Castelvetrano. Non potendo raggiungere con l’ambulanza il furgone,il personale medico ha dovuto percorrere un bel tratto di tratto di strada a piedi con la barella per soccorrere l’uomo che però era deceduto molto probabilmente per un infarto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.