SCIACCA – L’Enel “taglia” la luce alle Terme resta al buio anche la Polizia municipale

Nel giorno in cui lo stabilimento termale a Sciacca era chiuso perché una delegazione dei lavoratori che stanno protestando si trovava a Palermo per avere notizie sul futuro della struttura e sul pagamento degli stipendi arretrati, uno tra i principali creditori, l’Enel, ha tagliato la luce, lasciando al buio lo stabilimento, gli uffici e il comando di Polizia Municipale della città, ospitato in un’ala dell’immobile che sarebbe dovuto diventare un secondo albergo al servizio dei clienti e che oggi è invece in parte inutilizzato. Il gestore del servizio elettrico nel corso degli anni ha accumulato un credito che si aggira sui 400 mila euro e non era la prima volta che si portava sul posto per tagliare la luce.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.