SCIACCA – Debito idrico da 4 milioni di euro di Sciaccamare

Il Tribunale di Sciacca ha condannato la società Aeroviaggi S.p.A. di Palermo, proprietaria del complesso alberghiero Sciaccamare, a pagare al Comune la somma di 4 milioni di euro per i consumi idrici nel corso degli ultimi 12 anni. Nello stesso periodo è stato vigente un accordo secondo cui per l’approvvigionamento idrico dall’acquedotto Carboj per i quattro hotel di Sciaccamare, la società proprietaria del complesso alberghiero non dovesse pagare nulla, e che le spese sarebbero state a carico del Comune. L’ accordo, risalente agli anni ’80, fu stipulato tra il Comune e la Sitas, la società regionale che costruì gli alberghi e che, successivamente, fu liquidata. Dopo che Aeroviaggi ha assunto in gestione il complesso alberghiero al posto della Sitas, il Comune di Sciacca si è rivolto al giudice, invocando la nullità di ogni accordo precedente. Il tribunale ha accolto la tesi del Comune di Sciacca. Aeroviaggi S.p.A. ha annunciato ricorso in appello contro la sentenza.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.