SCIACCA – Direttore del Grand Hotel delle Terme citato per truffa ed appropriazione indebita

Si sarebbe “relazionato con i clienti per l’organizzazione e il pagamento di festeggiamenti e cerimonie nei locali della struttura e con artefici o raggiri specificatamente consistiti nel rilasciare, ai soggetti che avevano fruito delle prestazioni pattuite, all’atto del pagamento del prezzo concordato, ricevute fiscali e quietanze attestanti somme inferiori a quelle effettivamente a lui corrisposte ovvero corrispondenti al prezzo pagato, ma differenti da quelli attenenti al medesimo oggetto e registrate nella contabilità dell’albergo o, anche, non rilasciando alcuna quietanza”. Gino Allegro, 58 anni, saccense è stato citato in giudizio per truffa ed appropriazione indebita. L’udienza è fissata per il 10 maggio prossimo presso il tribunale di Sciacca. Al direttore del Grand Hotel delle Terme, sospeso dal servizio dal settembre del 2010, vengono contestati per il primo capo d’imputazione, 17 episodi che ammontano a 43 mila e 181 euro: l’ultimo fatto contestato risalirebbe al 5 luglio del 2010. Ipotesi di reato per appropriazione indebita, invece, perché secondo la pubblica accusa, Allegro si sarebbe “impossessato di derrate alimentari di vario genere, dalle pietanze già cucinate a vaschette di gelato da tre chili ciascuna”. Gli ultimi episodi contestati si sarebbero verificati pochi giorni prima della sospensione del direttore del Grand Hotel.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.