SCIACCA – Inchiesta “Argante” condannato Giovanni Cocchiara

Al Tribunale di Sciacca, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Maria Cristina Sala, ha condannato a 1 anno e 6 mesi di reclusione Giovanni Cocchiara, 20 anni, di Sciacca, imputato di circonvenzione di incapace nell’ ambito dell’ inchiesta cosiddetta “Argante”, il celebre “malato immaginario” di Molière. Il reato contestato è legato ad una presunta estorsione da 100mila euro ai danni di un commerciante saccense, raggirata e poi vessata. Lo scorso 7 agosto 2013, in abbreviato, sono stati già condannati altri 4 imputati. 3 anni e 8 mesi di reclusione sono stati inflitti a Luisa Puccio, 49 anni, 2 anni e 3 mesi a Benedetto Bondi’, 24 anni, 3 anni e 2 mesi a Giuseppe Beniamino, 54 anni, e 2 anni a Giuseppe Solarino, 60 anni.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.