SCIACCA – Sequestrato il viadotto Carabollace: transito deviato

La procura della repubblica ha disposto il sequestro del viadotto Carabollace, situato sulla statale 115 Sciacca-Agrigento. La strada adesso è interrotta, ma è già stata allestita la viabilità alternativa con l’utilizzo di una strada provinciale. Il sequestro del ponte si inquadra nell’inchiesta sulla morte del ventinovenne Alessio Spitaleri, precipitato il 30 maggio scorso da un’altezza di circa trenta metri dopo aver sfondato con la sua auto le barriere del ponte. Per la magistratura, che ha iscritto nel registro degli indagati quattro dirigenti dell’Anas, tutti accusati di omicidio colposo, c’è il rischio concreto che possano ripetersi altri incidenti. Un altro fascicolo d’indagine, sempre presso la procura di Sciacca, è tuttora aperto per la morte, avvenuta due anni fa in circostanze del tutto simili, dell’insegnante Maria Presti. 

Il traffico viene deviato dal bivio di Sciacca Est (località Mulinelli) al km 120,950 della statale 115 su un percorso a valle dell’attuale sede, lato mare, lungo la ex statale 115 (ora provinciale) fino al bivio Lumia al km 125,300. La deviazione comporta un percorso più lungo di circa 4 km mentre i tempi di percorrenza si allungano di circa 15 minuti. Su questo percorso alternativo non è possibile far transitare i mezzi pesanti con un’altezza superiore ai 4 metri. L’Anas, nel confermare “la massima trasparenza e collaborazione con la magistratura”, ha chiesto un incontro con la Procura della Repubblica “per proporre le soluzioni per la riapertura del viadotto Carabollace”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.