SCIACCA – Violenza e droga, 6 richieste di rinvio a giudizio

Sei richieste di rinvio a giudizio sono state avanzate dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca, Alessandro Moffa, nell’ambito dell’operazione denominata “Pitbull” che era partita nel 2014 per fare luce su un caso di presunta violenza sessuale ai danni di un minore e che poi è approdata anhe a un giro di droga in città. Sono due i saccensi per i quali la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per violenza sessuale ai danni di un minore: Lino Conticello di 48 anni e Giuseppe Marciante di 38. In base a quanto emerso dalle indagini Conticello avrebbe avuto rapporti sessuali con il minore e Marciante avrebbe convinto il giovane a recarsi presso  l’abitazione di Conticello. Entrambi sono finiti in carcere. Posizioni minori per tutti gli altri, soolo per ipotesi di reato di droga. Adesso si attende che il Gup del Tribunale di Sciacca fissi la data dell’udienza preliminare. 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.