SCOGLITTI – In carcere Vincenzo Vindigni, reo confesso dell’assassinio del cognato della propria compagna

Deve rispondere di omicidio aggravato, tentativo di omicidio e detenzione illegale di armi Vincenzo Vindigni, 27 anni, vittoriese residente a Scoglitti, reo confesso dei delitti che gli vengono contestati. Dopo una fuga iniziale è stato lo stesso giovane a costituirsi dinanzi ai carabinieri nella tarda serata di ieri. Alle 20.30, nel piazzale antistante la sua abitazione, in località Costa Fenicia, aveva esploso diversi colpi di pistola all’indirizzo di Iulian florin Aenachioaie, 44 anni, di nazionalità rumena, e di Salvatore Maccaione, 57 anni, vittoriese. Il primo è morto poco dopo in ospedale mentre Maccaione, che aveva accompagnato l’amico rumeno nei pressi dell’abitazione di Vindigni, è rimasto ferito in modo non grave. Aenachioaie, marito della sorella della compagna di Vindigni, era andato a riferire che la famiglia della donna, rumena, non approvava la relazione. Ne è scaturito un acceso scambio di battute che Vindigni ha “risolto” impugnando una pistola e aprendo il fuoco sul cognato della propria compagna e sul malcapitato amico che l’accompagnava. Quindi è fuggito ma un’ora dopo si è presentato ai carabinieri, raccontando l’accaduto e fornendo ogni elemento utile alla ricostruzione dei fatti. Le indagini immediate e le verifiche compiute hanno consentito ai militari di confermare ogni dettaglio. Infatti le tracce di sangue e i bossoli rinvenuti nel piazzale hanno ribadito la dinamica dei fatti. Inoltre in un canneto lungo la strada provinciale che attraversa contrada Berdia i carabinieri hanno rinvenuto, su indicazione di Vindigni, una pistola semiautomatica con matricola abrasa detenuta illegalmente dall’omicida e un caricatore contenente alcune cartucce inesplose. Anche nell’interrogatorio di garanzia in presenza del difensore il giovane vittoriese ha confermato ogni cosa. Sottoposto a fermo di p.g., è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Condividi
  • 2
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  • 2
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.