SELF SERVICE – Sebastiano Di Francesco resta sospeso dall’attivita’

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha respinto la richiesta di annullamento della misura cautelare a carico dell’ ingegnere Sebastiano Di Francesco, accusato di associazione a delinquere e abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Self service”, su presunte tangenti all’ Ufficio Urbanistica del Comune di Agrigento. Il difensore di Di Francesco, l’ avvocato Angelo Nicotra, ha depositato una memoria difensiva di 30 pagine. A Sebastiano Di Francesco e’ stata confermata la sospensione dal servizio

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.