SERIE B – 5a vittoria consecutiva per il Catania

E sono cinque. Avellino, Varese, Trapani, Latina e adesso Ternana. Il Catania non sbaglia più un colpo. Una vittoria dopo l’altra, i rossazzurri si portano a + 6 sulla zona retrocessione gasando un ambiente troppo a lungo depresso per un campionato assai sofferto per larghi tratti.

Adesso, invece, è un’altra storia, scritta da una squadra finalmente tonica, aggressiva e convinta dei propri mezzi. Che sono sopra la media, come conferma l’ottima fattura dei due gol, e alimentano i sogni di chi calcola anche un altro distacco, quel -4 dall’ottavo posto e quindi dai play off.

In attesa del completamento del turno e della trasferta di Bologna di lunedì sera, gli etnei possono godersi una cinquina cercata con pazienza e ostinazione. Sì perchè servono pazienza e ostinazione per venire a capo di una partita simile.

Il prudente 5-3-2 di Tesser, che tiene bassi gli esterni Dianda e Vitale pensando in primis a limitare i rischi, concede pochi spazi alla squadra di Marcolin, penalizzata da un arbitraggio mediocre che nega a Maniero un rigore evidente per una trattenuta in area di Janse. Pochissime emozioni per 36′, poi nel giro di 60 secondi due brividi: uno spunto di Calaiò che salta Brignoli ma vede Janse salvare nei pressi della linea e un colpo di testa fuori di poco di Avenatti.

Ma per il Catania è solo questione di tempo. Quanto basta per sbloccare la partita giusto un istante prima di tornare negli spogliatoi: grande guizzo in spaccata di Maniero su cross di Rosina e vantaggio acquisito. A questo punto, il più è fatto.

Gli umbri confermano seri problemi in fase offensiva (secondo peggior atttacco del torneo) e devono per forza di cose scoprirsi. E’ così che una brillante intuizione di Calaiò, bravo a cercare di prima in profondità il nuovo entrato Castro, diventa il 2-0: il Pata, confermatosi in ottima condizione, s’invola in campo aperto e brucia Brignoli con un elegante scavetto.

Giochi fatti. I rossazzurri possono già pensare alla trasferta di Bologna, dove mancherà Del Prete (il terzino, diffidato, ha cercato e trovato l’ammonizione dopo aver accusato un problema fisico che lo avrebbe comunque fermato). La salvezza è ipotecata. Per il resto, meglio aggiornarsi a lunedì sera.

CATANIA-TERNANA 2-0
Catania (4-3-1-2): Gillet 6, Del Prete 6.5 (43′ st Sauro sv), Schiavi 7, Ceccarelli 6, Mazzotta 6, Escalante 5.5, Rinaudo 6.5, Coppola 6 (38′ st Odjer sv), Rosina 6.5, Maniero 7 (18′ st Castro 7), Calaiò 6.5. In panchina: Terracciano, Parisi, Capuano, Chrapek, Martinho, Rossetti. Allenatore: Marcolin 7.
Ternana (5-3-2): Brignoli 6; Dianda 5 (21′ st Crecco sv), Janse 5.5, Valjent 5, Fazio 5.5, Vitale 6, Gavazzi 5, Viola 6 (32′ st Falletti sv), Eramo 5 (9′ st Palumbo 5); Avenatti 5.5, Ceravolo 5. In panchina: Sala, Gagliardini, Russo, Milinkovic, Bojinov, Duganozic. Allenatore: Tesser 5.5
Arbitro: Ghersini di Genova 5.
Reti: 46′ pt Maniero, 31′ st Castro.
Note: serata umida, temperatura di circa 20°, terreno scivoloso. Ammoniti: Maniero, Vitale, Del Prete, Palumbo, Falletti. Angoli 5-2 per la Ternana. Recupero: 1′; 5.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.