SERIE D – Meloni risponde a Laaribi Akragas-Roccella finisce 1-1

AGRIGENTO – In un “Esseneto” senza pubblico per la decisione del giudice sportivo, l’Akragas non riesce a vincere in quella che è la prima partita casalinga in campionato per Vincenzo Feola, impattando contro un Roccella che si conferma squadra da trasferta ottenendo un punto importantissimo in chiave salvezza. L’atmosfera surreale dello stadio dell’Akragas fa da cornice ad uno a 1-1 che ha mostrato i limiti della squadra agrigentina troppo sprecona sotto porta, una squadra troppo divisa tra centrocampo e attacco con Baiocco e Bonaffini sottotono rispetto alle scorse partite. In avanti un Nicola Arena irriconoscibile non riesce a dare una mano ad un reparto poco preciso che ci ha provato con Tresor e con Catania. Il terzo pareggio in casa è frutto di un’Akragas troppo frenetica che mantiene il possesso palla che rimane però sterile. Il Roccella scende in campo non schierando il bomber Colucci e con le chiare intenzioni di puntare sulle ripartenze per riuscire a ferire la squadra agrigentina.

Dopo un primo tempo fermo sullo zero a zero con Catania che coglie il palo, la partita si sblocca nel secondo tempo grazie ad una punizione trasformata da Laaribi, il numero 8 dei calabresi che sorprende Lo Monaco sul suo palo. L’Akragas ci prova in tutti i modi con Arena su punizione e con Lele Catania, ma tutte le palle sono preda del portiere Le Grottaglie che compie almeno due strepitosi interventi. La situazione per l’Akragas precipita con l’espulsione del capitano Davide Baiocco: l’ex Juve e Perugia oggi è troppo nervoso e riesce a raccogliere due ammonizioni per proteste, finendo così in anticipo negli spogliatoi. Nonostante l’inferiorità numerica l’Akragas riesce però a raggiungere il pareggio con Beppe Meloni che insacca in rete approfittando di un cross di Daniele Arena, entrato dopo lo svantaggio. Il finale è un assedio da parte dei biancazzurri che provano a sfondare il muro del Roccella che si difende con tutti gli uomini per ripartire alla prima occasione. 5 minuti di recupero non bastano però all’Akragas per raddrizzare una partita dominata contro un avversario che ha fatto della difesa la sua arma migliore. Il Gigante non approfitta del passo falso del Torrecuso che esce sconfitto dal campo della Leonfortese ma guadagna comunque un punto sulla capolista portandosi a 4 punti dalla squadra campana. In un campionato equilibrato l’Akragas non riesce a dare continuità alla buona prestazione vista contro il Sorrento fermandosi in casa nonostante le tantissime occasioni da gol. Feola lavorerà a fondo per migliorare la fase realizzativa.

AKRAGAS – ROCCELLA 1-1

Marcatori: 67′ Laaribi (R), 82′ Meloni (A)

 

AKRAGAS: Lo Monaco, Dentice, Terminiello, Baiocco, Vindigni, Astarita, Tresor (70′ Risolo), Bonaffini (70′ Arena D.), Meloni, Arena N. (78′ Chiaria), Catania. In panchina: Scalese, De Angelis, Assenzio, Chiavaro, Aprile, Trofo.

ROCCELLA: Le Grottaglie, Odigwe, Cassaro, Pizzoleo, Rocco, Pastore (87′ Fulco), Criniti, Laaribi, Dorato, Sorgiovanni (87′ Colucci), Ortolini. In panchina: Belcastro, Scimone, Khanfri, Iacopetta, Maiese, Femia, Saraco.

Ammoniti: Laaribi (R), Baiocco (A), Odigwe (R), Sorgiovanni (R), Vindigni (A), Dentice (A).

Espulsi: Baiocco (A).

FONTE: LIVESICILIA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.