SERIE D – ULTIMO ATTO, IL PUNTO [VIDEO]

Ultimo atto per il torneo di Serie D girone I per la regular season. Giornata che non è servita ai verdetti per promozione diretta (Savoia) e retrocessioni in Eccellenza (Licata, Ragusa radiato) che già erano chiari da qualche settimana, ma che ha emesso i verdetti per spareggi promozione e retrocessione. L’Akragas vince a Noto 3-0 e consolida la seconda piazza finale, mentre il giovanissimo Licata crolla sul campo di una Cavese che non si limita a vincere ma va forse anche troppo oltre chiudendo la gara sul 19-5. Bene l’Orlandina, che batte la Battipagliese e conquista la matematica salvezza mentre perdono Due Torri e Città di Messina, rispettivamente contro Pomigliano e Savoia, e si sfideranno ai play out. Il Savoia era la squadra più forte e ha vinto con merito il torneo tornando tra i professionisti. Ma un plauso va pure all’Akragas, che da buona matricola quale è stata ha tenuto fino allo scontro diretto dell’Esseneto vivo il torneo. Ora, per la società del patron Silvio Alessi la lotteria dei play-off con inizio il 14 maggio prima gara all’Esseneto contro la vincente di Agropoli- Battipagliese. Vada come vada per l’Akragas è stata certamente una stagione da incorniciare. Le noti dolenti arrivano certamente per il Ragusa costretto ad abbandonare il campionato dopo le 4 rinunce per la radiazione . Radiazione che è riuscita ad evitare seppur con qualche affanno il Licata che ha giocato le ultime partite con i ragazzini e il risultato di ieri, 19 a 5, a Cava dei Tirreni deve far vergognare i campani e non di certo i boys licatesi al quale va il merito di aver salvato quanto meno il titolo sportivo della propria città. Alla fine a fare compagnia in Eccellenza i gialloblu anche i calabresi della Vibonese che avendo dieci punti di distanza dalla sest’ultima non accedono nemmeno ai play-out. Sarà una bella sfida tutta peloritana tra Due Torri e Città di Messina per evitare la retrocessione. Le due società già in settimana pur dovendosi incontrare si sono mandati segnali di stima. Il Due Torri dopo la tragedia di sette giorni fa con la scomparsa di un proprio calciatore avvenuta in un incidente stradale e il grave ferimento di altri due calciatori aveva chiesto di far slittare l’ultima giornata di tre giorni,giocatore di mercoledi ,invece, che domenica, ma la richiesta non è stata accolta da parecchie formazioni. Una tra le poche società che avrebbe acconsentito senza problemi è stato proprio il Città di Messina nonostante i giallorossi fossero direttamente coinvolti nel discorso play-out. Questo, ha fatto sì che la società Due Torri si complimentasse con la società di Messina dichiarando: “ Per noi il Città di Messina ha vinto il campionato”.Un chiaro esempio di lealtà sportiva mostrato con i fatti che le altre , invece, non hanno assolutamente condiviso pur sapendo il brutto momento in cui è incappato il Due Torri. A dimostrazione che, con o senza il morto, i calcolatori del calcio non si fermano e non si fanno scrupoli quando c’è da salvare il salvabile.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.