Si cercano in Svizzera i milioni del boss Matteo Messina Denaro

La Procura svizzera ha avviato “un proprio procedimento penale” nei confronti del capo mafioso trapanese Matteo Messina Denaro che avrebbe nascosto milioni di euro su conti elvetici.  

Lo riferisce l’agenzia di stampa svizzera Ats che riprende un’informazione della “SonntagsZeitung”, confermata all’agenzia dalla portavoce del Ministero pubblico della Confederazione (Procura) Walburga Bur.

Il pubblico ministero della Confederazione lavora nell’ambito dell’assistenza giudiziaria con gli inquirenti antimafia di Palermo in un gruppo comune. La procura ha esaminato documenti bancari, proceduto a due perquisizioni domiciliari e compiuto un interrogatorio.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.