Si sveglia percependo presenze demoniache in casa e dà seguito ad una mattanza da film horror

Una scioccante tragedia familiare scuote la provincia di Palermo. Ad Altavilla Milicia un uomo di 54 anni ha ucciso la moglie ed i due figli di 5 e 16 anni. Un’altra figlia, che ha 17 anni, è riuscita a salvarsi. Tutto è accaduto intorno alle 3 di questa notte, nella via Reggia Trazzera Marina di Granatelli della cittadina palermitana. Dopo il delitto l’uomo ha chiamato carabinieri e si è fatto trovare a Casteldaccia dove è stato arrestato.

L’omicida si chiama Giovanni Barreca, imbianchino, e nel Palermitano ha tolto la vita alla moglie, Antonella Salamone ed ai due figli Emanuel di 3 anni e Kevin di 16.

I militari del reparto operativo stanno ricostruendo quanto accaduto. Sul posto ci sono anche i Ris. Secondo quanto trapelato dagli inquirenti, la scena del delitto sarebbe “particolarmente cruenta”. Del cadavere di Antonella Salamone sarebbero state trovate solo alcune parti sepolte nel terreno vicino casa della coppia.

Così come sarebbe stato raccontato dalla 17enne sopravvissuta alla strage, il padre, Barreca, un fanatico religioso, si sarebbe svegliato nella notte farneticando di aver percepito “presenze demoniache in casa”. Da quel momento, la situazione sarebbe precipitata.

E, come risulterebbe, la donna sarebbe stata bruciata, prima di essere sepolta. I figli sarebbero stati invece torturati e strangolati con delle catene. 

Secondo le prime indagini, Barreca sarebbe un fanatico religioso. Nel delitto, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe coinvolta anche una coppia di conoscenti. La figlia che si è salvata avrebbe assistito ai fatti. A soccorrerla sono stati i sanitari del 118. Secondo i primi riscontri, basati sul racconto della ragazza sopravvissuta alla strage della sua famiglia, Giovanni Barreca, durante la notte si sarebbe svegliato, farneticando di avere percepito presenze demoniache in casa. Lei, unica superstite, si è alzata dal letto intontita e ha visto i corpi dei fratelli.

Le foto che campeggiano sui social parlano quasi esclusivamente di religione, sembra che la famiglia seguisse la Chiesa Evangelica e poi prediche e tante foto della famiglia, comprese quelle del matrimonio con Antonella, originaria di Agrigento.

Colpito anche il sindaco di Altavilla Milicia, Pino Virga: «Siamo tutti molto scossi, sia per la tragedia sia per i retroscena che stanno emergendo. La nostra piccola comunità è davvero tutta sotto choc. Era una famiglia tranquilla, che aveva avuto solo qualche problema economico. Ma non erano mai emersi problemi di violenza familiare o maltrattamenti».

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *