SICILIA – Addizionale 20% per i comuni sotto 65% Differenziata

Si profilano nubi a tempesta sui Comuni che in Sicilia non raggiungono il 65% di raccolta differenziata. Domani mercoledì 9 gennaio l’assessorato regionale ai Servizi primari ha convocato i sindaci e i gestori degli impianti di smaltimento delle nove Province. All’ordine del giorno vi è l’applicazione dell’addizionale del 20% per i Comuni sotto la percentuale del 65% di raccolta differenziata e che pagheranno così un tributo speciale per il conferimento indifferenziato in discarica. In proposito intervengono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle, e componenti della commissione Ambiente, Nuccio Di Paola, Stefania Campo, Valentina Palmeri e Giampiero Trizzino, che affermano: “Non si possono scaricare sui Comuni, e di conseguenza sui cittadini, le inefficienze della Regione. Se i livelli di differenziata in Sicilia sono mediamente ridicoli, la colpa non è certo dei cittadini, che finirebbero per pagare con un aumento delle tariffe le colpe del governo regionale che non è riuscito a mettere in campo idonee strategie per incentivare la differenziata e per combattere l’evasione della tassa sui rifiuti”.

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.