SICILIA – Commissariata discarica di Siculiana: “procedura d’infrazione” per Racalmuto

L’Europa dal 2015 multa l’Italia per tutta una serie di discariche abusive mai bonificate, per un totale di circa 150 milioni da pagare. In Sicilia sono una decina i siti interessati, per i quali lo Stato subisce una sanzione da due milioni circa ogni sei mesi di mancata pulizia delle discariche. Somme che è il Governo nazionale a dover pagare, anche se poi può rifarsi sulle regioni. In particolare il Consiglio dei Ministri , su proposta del ministero, ha disposto il commissariamento di 22 discariche abusive in 6 regioni italiane, di cui due in Sicilia. Per questo ora il Ministero dell’Ambiente, ha nominato un super commissario per sanare la questione e superare l’inerzia degli enti locali. Il compito è stato affidato al Generale Giuseppe Vadalà, che già gestiva 51 siti e gestirà la bonifica dei siti di Siculiana e Mistretta. E alla fine è arrivata la condanna e l’apertura della cosiddetta “procedura d’infrazione”. Tra le discariche interessante anche quella di Racalmuto. Si tratta di una multa da circa 200 mila euro per ogni discarica non sanata. Ora il commissariamento dovrebbe accelerare la chiusura del contenzioso

 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.