SICILIA – Corruzione elettorale, condannato a 6 mesi il deputato Clemente

Il Tribunale di Palermo, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato a 8 mesi di carcere e 800 euro di multa per corruzione elettorale Salvatore Ingrassia e Antonio Fiorentino. Per lo stesso reato è stato condannato a 6 mesi e 600 euro di multa il deputato regionale siciliano Roberto Clemente. E’ stato assolto dall’accusa di peculato Marcello Macchiano, presidente del Banco opere di carità. Il processo è tranche di un procedimento penale su presunti casi di corruzione elettorale che, nel 2015, sfociò in diversi arresti. Alcuni indagati hanno patteggiato la pena, altri sono a processo con rito ordinario. L’indagine, cosiddetta Agorà, è stata coordinata dalle pubblico ministero Amelia Luise e Anna Maria Picozzi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.