SICILIA – Estate di controlli nei Bed and Breakfast: evasione per 200 mila euro

Da San Vito Lo Capo a Cefalù passando per Ragusa Ibla, Palermo, Taormina, Messina, Catania e altro ancora. Sono stati 150, nel mese di luglio, i  controlli effettuati dalla Guardia di Finanza in Sicilia nei B&B  delle località turistiche più gettonate. Le Fiamme gialle  complessivamente hanno scoperto redditi non dichiarati per 200  mila euro e violazioni in materia di Iva per 20 mila euro.  I controlli hanno riguardato gli adempimenti contabili e  amministrativi, il possesso delle autorizzazioni di legge, la  regolarità del personale dipendente e le annotazione delle  imposte dirette e sull’Iva. Alcune attività, nel corso degli  accertamenti, sono risultate sconosciute al fisco, per cui la  ricostruzione delle loro reali capacità reddituali è tuttora in  corso. Nel corso dei controlli è stato scoperto un lavoratore in  nero e numerose violazioni alla normativa in materia di turismo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.