SICILIA – Pugno duro degli editori siciliani:black out dell’informazione per il 7 ottobre.

Pugno duro delle 89 emittenti siciliane aderenti all’Associazione Les, Libere Emittenti Siciliane. Proclamato per lunedì 7 ottobre una giornata di black out. Gli editori chiederanno alle redazioni giornalistiche di astenersi dai programmi di informazione a partire dai telegiornali. Tutto ciò, si legge in un documento ufficiale, perché la politica, dopo un iter di quasi 6 mesi durante i quali l’Associazione ha seguito, prima alla Commissione Attività Produttive e dopo alla Commissione Bilancio dell’Ars, l’intero iter del disegno di legge  senza ottenere alcun risultato se non inutili promesse. Noi editori siciliani siamo stanchi, si legge ancora. Vista la situazione economica della Regione siamo disponibili a stralciare dal testo di legge, in attesa delle variazioni di bilancio, la parte di legge a titolo oneroso per la Regione. Il Presidente dell’Associazione L.E.S. Seby Roccaro ribadisce la richiesta del credito d’imposta per chi investe in pubblicità televisiva, sui giornali e sulle radio e le agevolazioni nelle assunzioni del personale e nell’accesso al credito. Roccaro continua dicendo che se entro il 7 ottobre non ci saranno segnali importanti saremo costretti a scioperare non escludendo altre forme di protesta.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *