SICULIANA – Consigliere comunale fermato per bracconaggio

Un consigliere comunale di Montallegro, è in stato di fermo di Polizia giudiziaria, per il reato di bracconaggio in una zona dove vige il divieto assoluto. L’operazione è stata portata a termine dagli uomini delle Guardie Venatorie di Agrigento in collaborazione con il personale dell’Ufficio Ripartizione Faunistica di Agrigento, unitamente a quello del Circolo Cacciatori di Villaseta, diretto dall’ispettore Umberto Miccichè, nel quadro dei controlli disposti per contrastare il fenomeno del bracconaggio.  L’esponente politico è stato scoperto in flagranza di reato dopo aver abbattuto illegalmente 5 conigli. Uccisi all’interno della riserva naturale di Torre Salsa, in territorio di Siculiana, dove è proibito esercitare l’attività venatoria. Sequestrata la selvaggina appena abbattuta insieme ad un fucile semiautomatico detenuto legalmente, 40 cartucce e un faro notturno. Il consigliere comunale ora dovrà rispondere di una serie di contestazioni a lui ascritte, oltre a pagare una cospicua sanzione amministrativa.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.