SINDACI NEL MIRINO – Firetto:”Siamo in trincea, resistiamo solo per la passione”

“Noi Sindaci viviamo in trincea. Non sembra, però, che tutti se ne rendano conto”. Il Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, componente del consiglio regionale e membro del direttivo nazionale dell’Anci, si dice “vicino” al collega di Delia al quale nottetempo è stata incendiata l’auto. A Gianfilippo Bancheri la “solidarietà non formale” di Firetto.  “Quando ero Sindaco di Porto Empedocle venne fatta ritrovare sulla mia auto una busta con alcuni proiettili. Ad Agrigento mi hanno recapitato un necrologio”. “Se non fosse per una carica di passione veramente forte, oggi i Sindaci potrebbero farlo solo gli autolesionisti. O qualche accattone di turno”. “In ogni caso , mai lasciarsi scoraggiare. Chi decide di candidarsi a Sindaco, dev’essere capace di affrontare queste vicende. Altrimenti è meglio che resti dov’è e continui a svolgere il proprio mestiere.  

 

Condividi
  • 2
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *