SISTEMA MONTANTE – L’ex Sindaco Petrotto al Sindaco Messana: “Racalmuto sia parte civile”

L’ex sindaco di Racalmuto, Salvatore Petrotto, venerdì scorso si è presentato al Tribunale di Caltanissetta ed ha depositato l’istanza di costituzione come parte civile in occasione della prima udienza preliminare del processo contro il presunto “Sistema Montante”. Petrotto ritiene che lo scioglimento per mafia del Comune di Racalmuto all’epoca della sua sindacatura sia stato frutto di un complotto ordito da Antonello Montante e dalla sua presunta rete di spionaggio. Oggi Salvatore Petrotto invita l’attuale sindaco di Racalmuto, Emilio Messana, a costituirsi come parte civile in rappresentanza del Comune di Racalmuto. Petrotto afferma: “Lo scioglimento del Comune di Racalmuto è stato deciso dopo che io sindaco ho denunciato pubblicamente ed alla Procura della Repubblica di Agrigento gli amici dentro Confindustria Sicilia di Antonello Montante, che si occupavano e si occupano ancora della gestione di acqua e rifiuti. I Comuni di Palermo e Caltanissetta, ad esempio, lo hanno già fatto, si sono costituiti parte civile. Non capisco perché Racalmuto non si debba costituire parte civile, visto che è stato fatto oggetto di uno scioglimento che, per stessa ammissione del Montante, nel corso di diverse interviste rilasciate nel 2012, è stato da lui sollecitato, avvalendosi di soggetti poi arrestati e adesso sotto processo presso il Tribunale di Caltanissetta. Solo così si potranno chiarire le modalità attraverso le quali si è consumata la più insopportabile e cocente ingiustizia perpetrata ai danni non solo del Comune ma anche di tutti quanti i cittadini di Racalmuto”.

Condividi
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    14
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.