“SORELLA SANITA'” – Il tribunale ordina gli arresti domiciliari per il deputato Pullara

Il Tribunale del riesame di Palermo ha accolto l’appello della procura e ha ordinato gli arresti domiciliari per il deputato regionale siciliano dei Popolari e autonomisti Carmelo Pullara.

L’esponente politico è indagato nell’ambito dell’inchiesta «Sorella sanità», su una serie di presunte corruzioni e turbative d’asta (è proprio questo il reato contestato a Pullara) nell’ambito degli appalti per le forniture a ospedali e aziende sanitarie provinciali. Il volume di affari interessato dalle gare oggetto dell’indagine è di oltre 600 milioni di euro.

Il Tribunale del riesame di Palermo ha accolto l’appello della procura e ha ordinato gli arresti domiciliari per il deputato regionale siciliano dei Popolari e autonomisti Carmelo Pullara.

L’esponente politico è indagato nell’ambito dell’inchiesta «Sorella sanità», su una serie di presunte corruzioni e turbative d’asta (è proprio questo il reato contestato a Pullara) nell’ambito degli appalti per le forniture a ospedali e aziende sanitarie provinciali. Il volume di affari interessato dalle gare oggetto dell’indagine è di oltre 600 milioni di euro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.