Strage di Casteldaccia, i funerali di Giuseppe La Barbera

Ballarò applaude e piange. Le lacrime della giovane moglie, della famiglia, del quartiere, del sindaco di Palermo per Giuseppe La Barbera, l’operaio di 28 anni morto nel tragico incidente sul lavoro del 6 maggio di Casteldaccia, in cui hanno perso la vita anche altre cinque lavoratori.

Tanti amici e parenti con le magliette e la foto di Giuseppe stampata. In chiesa del Carmine Maggiore, insieme alla moglie Alessia, e ai parenti dell’operaio, tanti amici e altri operai.

Per tutta la settimana il quartiere è stato in silenzio in segno rispetto per i La Barbera, che in zona gestiscono una rivendita di bombole. In migliaia hanno atteso il feretro al quale è stato dedicato un lungo applauso. Fra loro, con il consigliere comunale Salvatore Imperiale, anche il sindaco Roberto Lagalla che, piangendo, ha abbracciato davanti alla chiesa il papà di Giuseppe. Presenti anche il sindaco di Casteldaccia Giovanni Di Giacinto e il presidente dell’Amap Alessandro Di Martino.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *