PALERMO – Partorì e gettò neonato nel cassonetto, chiesti 21 anni

Il sostituto procuratore generale di Palermo Emanuele Ravaglioli ha chiesto la condanna a 21 anni e due mesi di carcere di Valentina Pilato, la giovane palermitana che, a novembre del 2014, abbandonò la figlia, appena partorita, in un cassonetto, uccidendola.

Leggi il seguito