Nuovo maxi risarcimento per trasfusione di sangue infetto. Vittima una giovane donna agrigentina che ha contratto l’epatite C.

Ancora una vicenda giudiziaria di maxi risarcimento legato ad un caso di malasanità. La Corte di Cassazione ha dato ragione ad una donna agrigentina contagiata da epatite C, a causa della somministrazione di sangue infetto durante un ricovero al S. Giovanni di Dio di Agrigento.

Leggi il seguito