CEFALU’ – Infermiere muore per un rigurgito Si sarebbe iniettato un potente anestetico

Un infermiere del San Raffaele Giglio di Cefalù, è stato trovato morto in casa dai sanitari del 118 e dai carabinieri. L’operatore sanitario di 39 anni, secondo quanto accertato dai militari, si sarebbe iniettato una fiala di Propofol, un potente anestetico.

Leggi il seguito