TAR – «Girgenti Acque non può staccare le utenze»

La società Girgenti Acque nel 2016 ha impugnato, con richiesta di sospensione cautelare, il provvedimento del sindaco di Montallegro con cui è stata vietata la disattivazione dei collegamenti fognari per le utenze in morosità. La società Girgenti Acque ha eccepito, tra l’altro, la violazione della convenzione di gestione, laddove il Comune interviene in un rapporto contrattuale che lega il gestore con il singolo utente. Si è costituito in giudizio il Comune di Montallegro, in persona del sindaco, rappresentato e difeso dall’avvocato Girolamo Rubino. L’avvocato Rubino, nell’interesse del Comune di Montallegro, ha sostenuto che l’operazione di distacco degli allacci alla rete fognaria ha generato una situazione di grave pericolo per la salute pubblica. Rubino ha sottolineato inoltre che per la morosità non vi è alcuna norma che preveda la sanzione del distacco della rete fognaria. Il Tar, come in un precedente analogo caso riguardante il Comune di Grotte, ha respinto il ricorso di Girgenti Acque, ritenendo prevalente l’interesse pubblico tutelato dal Comune di Montallegro. Ancora più nel dettaglio, il Tar ha ritenuto che nel regolamento di utenza è previsto il distacco per morosità solo per l’allaccio idrico e non per quello fognario. L’avvocato Girolamo Rubino sarà impegnato a breve in un altro contenzioso dello stesso genere nell’interesse del Comune di Montevago.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *