TAR – Poliziotto trasferito ad Agrigento per assistere genitore

Condividendo le argomentazioni dei difensori, gli avvocati Girolamo Rubino (nella foto) e Mario La Loggia, il Tar Lombardia ha accolto il ricorso giurisdizionale di un poliziotto di 31 anni, D V sono le iniziali del nome, in servizio a Milano e che ha chiesto il trasferimento ad Agrigento per assistere il padre affetto da una grave patologia. Il ministero dell’ Interno ha risposto no opponendo che vi sono altri parenti in grado di assistere il disabile e per generiche esigenze di servizio. Gli avvocati Rubino e La Loggia, tra l’altro, hanno eccepito che in via legislativa è stato abolito il requisito dell’esclusività dell’assistenza. Il ministero pagherà le spese di giudizio, e il poliziotto sarà trasferito ad Agrigento per assistere il genitore.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.