TARGA FLORIO – Dopo 10 giorni Gemma Amendolia esce dal coma

Un primo maggio a lieto fine per la famiglia Amendolia. Dopo dieci giorni, Gemma Amendolia ha aperto gli occhi ed è uscita dal coma. Oggi la ragazza ha pronunciato le prime parole, ha chiesto cosa le fosse successo ma la madre e la sorella le hanno spiegato che è rimasta ferita in un incidente, senza dirle ancora tutta la verità.

La ragazza, di 27 anni, è rimasta ferita lo scorso 21 aprile in un incidente durante una prova speciale nella Targa Florio, in cui hanno perso la vita il padre, Mauro Amendolia, 53 anni, originario di Messina, e il commissario di gara Giuseppe Laganà, 56 anni, di Lentini.

Gemma, subito dopo l’incidente, era stata soccorsa e trasportata in elisoccorso al Civico di Palermo. Le sue condizioni erano apparse molto gravi.

Come riferito dai medici, Gemma ha aperto gli occhi e ha riconosciuto la madre. I sanitari sono fiduciosi sulle condizioni della giovane messinese ma il quadro clinico viene definito serio, anche se in via di un lento miglioramento. Gemma ha riportato un forte trauma cranico, un vasto edema polmonare e la frattura di un braccio che è stata già ricomposta.

Intanto sul fronte delle indagini, la Procura della Repubblica di Termini Imerese ed i carabinieri della compagnia di Cefalù proseguono gli accertamenti e le verifiche tecniche.

Serviranno gli esami istologici per capire cosa è realmente successo al pilota messinese.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.