TERRASINI – Omicidio fuori dalla discoteca: 21enne ucciso a coltellate

Omicidio la scorsa notte a Terrasini. Un ragazzo, Paolo La Rosa, di 21 anni, è stato accoltellato davanti alla discoteca Millennium. Il giovane era molto conosciuto anche perchè figlio del titolare della pizzeria “Grace” di Cinisi.

Il 21enne è stato subito soccorso e trasportato all’ospedale di Partinico dove è arrivato già morto. Sul posto sono giunti i carabinieri della compagnia di Carini che stanno conducendo le indagini: hanno ascoltato i testimoni e stanno visionando le immagini delle telecamere.

Secondo una prima ricostruzione La Rosa sarebbe stato coinvolto in una rissa degenerata e finita in tragedia: sarebbe stato colpito da più fendenti al torace e allo stomaco. L’omicidio sarebbe avvenuto intorno alle quattro, dopo la chiusura della discoteca.

Davanti al Millennium ci sono le telecamere comunali – ha detto il sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci -. I vigili hanno già iniziato a collaborare con i carabinieri nelle indagini. Bisogna fare giustizia il prima possibile”.

“Io mi sento completamente affranto – aggiunge -. Come padre, come cittadino, come rappresentante delle istituzioni. Non si può interrompere così violentemente la vita di un ragazzo, che avrebbe potuto essere figlio di ciascuno di noi, per motivi così futili.

Avrebbero le ore contate i responsabili dell’omicidio. L’intera area e’ videosorvegliata e, i carabinieri della compagnia di Carini che indagano sull’omicidio, stanno già visionando le immagini registrate dalle spy cam comunali, da quelle piazzate da privati e dai dispositivi elettronici presenti anche nel locale. A breve sarà dato un volto a chi ha posto fine alla vita del ragazzo. Coinvolti nella rissa sfociata in omicidio, altri ragazzi di Cinisi e Terrasini. La zona è attualmente presidiata dai carabinieri della compagnia di Carini per i rilievi di rito. I militari stanno anche ascoltando dei ragazzi che avrebbero assistito al delitto che, dalla rilevante presenza di sangue rinvenuto, sarebbe stato efferato.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.