Terremoto al Centro Italia, la Sicilia si mette a disposizione [Vd Tg]

Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, interpretando anche i sentimenti dell’intero governo regionale, nell’esprimere  la solidarietà alle popolazioni del centro Italia colpite dal sisma di questa  notte, con apposita ordinanza ha dato mandato alla Protezione civile regionale  di raccordarsi con la Protezione civile nazionale per fornire immediatamente  ogni forma di collaborazione ed assistenza necessarie, in termini di mezzi e  uomini. 
Il presidente comunica altresì che la Protezione civile regionale ha già allertato tutte le proprie strutture territoriali in Sicilia, ed è già in  collegamento con i livelli nazionali. La Sicilia trema, idealmente, dopo il terremoto nel Centro Italia e in particolare nella Marche, che ha devastato Amatrice, Accumolo e causato vittime e crolli in numerosi comuni del Centro Italia, riporta subito alla memoria tragedia come quelle de L’Aquila. Ma nei siciliani fa tornare anche il ‘terrore’ dei terremoti che l’Isola conosce bene fin dal lontano e devastante terremoto di Messina per approdare al più relativamente vicino e anch’esso devastante terremoto di Carlentini solo per ricordarne alcuni fra i peggiori.

In queste ore la Sicilia trema e piange. Trema per la paura del terremoto, piange le vittime, i feriti, i senza tetto del centro Italia che dovranno seguire un percorso tristemente noto.

La paura è tanta perché nell’isola sono tantissime le faglie attive che potrebbe dar vita a terremoti in qualsiasi momento. In Europa quelle censite sono oltre 1.100. A fronte di questa situazione i piani di intervento esistono ma sono a macchia di leopardo. Moltissimi comuni non si sono dotati del piano antisismico o, se lo hanno fatto, è poco più di una formalità tecnico burocratica senza essere mai stata testata scientificamente o in esercitazioni.

Di terremoti nell’isola se ne registrano centinaia ogni anno. Molti non vengono avvertiti dalla popolazione ma solo registrati dai sismografi. Altri vengono percepiti, creano paura e allarme ma spesso non danni .Prevedere i terremoti, dicono gli esperti, non è possibile. ma sapere che un territorio è ad alto rischio sismico sì. E la Sicilia è uno dei territori a maggiore rischio sismico senza che questo abbia mai fatto scattare misure di prevenzione straordinarie, mezzi di intervento, fondi per la sicurezza se non in pochi e sporadici casi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.