TERREMOTO – Paura fra Palermo e Messina La terra trema sulla costa tirrenica

Sciame sismico sulla costa tirrenica della Sicilia nelle prime ore del mattino, a partire dalle 3.19 quando si è verificata la scossa di maggiore intensità che ha raggiunto magnitudo 3.6. L’epicentro è stato localizzato a cavallo tra le province di Palermo e Messina, in un tratto che va dal Comune di Pollina nel Palermitano a quello di Santo Stefano di Camastra in provincia di Messina, passando per Castel di Lucio, Mistretta, Motta d’Affermo, Petteineo e Reitano.

Il primo evento è stato seguito da repliche di magnitudo 3.3 un minuto dopo, di magnitudo 2.4 alle 3.23 e di magnitudo 2.8 alle 5.02. I terremoti si sono verificati in superficie, a una profondità tra i 9 e i dieci chilometri, e questo li ha resi maggiormente percepibili alla popolazione. Non si segnalano al momento danni anche se ci sono stati casi di chiamate aio numeri di pubblica sicurezza da parte di cittadini spaventati.

L’intera area è considerata faglia sismica e la scarsa profondità dei terremoti ha fatto sì che fossero distinti chiaramente dalla popolazione, soprattutto dai residenti nei tanti fabbricati estivi che sorgono nella zona

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.