TERREMOTO – Scosse tra Agrigento, Caltanissetta e Palermo

La terra ha tremato ancora tra le province di Agrigento, Caltanissetta e Palermo. In questi territori da circa quindici giorni, infatti, seppur lievi sono state una decina le scosse di terremoto registrate. Tre nella sola notte tra 31 ottobre e 1° novembre. Una prima scossa all’1.08 è stata registrata dalla rete sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia con magnitudo 3.1, ipocentro ad appena 1 chilometro di profondità ed epicentro tra Caltavuturo, Sclafani Bagni e Valledolmo, in provincia di Palermo, e Vallelunga Pratameno e Villalba, in provincia di Caltanissetta. La seconda scossa di magnitudo 2.2 è stata registrata alle 2,54 con ipocentro a 5,6 chilometri di profondità, più precisamente nel distretto sismico dei monti Sicani, tra le province di Agrigento e Caltanissetta. L’epicentro tra Valledolmo, Vallelunga Pratameno e Villalba, interessati dal fenomeno anche i comuni di Cammarata, Casteltermini, San Giovanni Gemini, Acquaviva Platani, Campofranco, Mussomeli e Sutera. La terza scossa anche questa di magnitudo 2.2 è stata registrata alle 7.52 con ipocentro a 10,3 chilometri di profondità ed epicentro ad Acquaviva Platani. Non si registrano danni a cose e persone.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.