Teschi e ossa umane a Roccamena, potrebbe essere un cimitero di mafia

Teschi e diverse ossa umane sono stati trovati in una caverna in contrada Casalotto, a Roccamena, paese del palermitano. Si tratterebbe di un cimitero di mafia.

Indagano i carabinieri e gli esperti del Ris. Gli uomini del soccorso alpino sono impegnati nelle operazioni di recupero. L’indagine è coordinata dalla procura di Palermo.

L’indagine è coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Leonardo Agueci. I resti umani sono stati trovati in una caverna sotterranea in una zona molto impervia che rende difficili le operazioni di recupero. Alcuni investigatori sono già scesi nell’anfratto potendo vedere i teschi e le ossa che, però, non sono ancora stati portati in superficie. La zona è inaccessibile e presieduta dalle forze dell’ordine.

Massimo riserbo in procura sull’input che ha portato alla scoperta. Sul posto si trovano anche due sostituti procuratori palermitani. La circostanza che l’inchiesta è coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia, insieme alla località in cui i corpi sono stati ritrovati, confermerebbe il legame tra i resti e delitti di mafia.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.