TRAPANI – Il presidente di Confindustria denuncia estortori: 3 arresti

Estorsione e tentata estorsione aggravate dalla modalità mafiosa ai danni del presidente di Confindustria di Trapani, Gregorio Bongiorno, imprenditore castellammarese nel settore della raccolta dei rifiuti urbani. Con queste accuse gli agenti della Squadra Mobile di Trapani hanno eseguito nella notte tre ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip su richiesta della Procura distrettuale antimafia di Palermo. A denunciare gli estortori lo stesso Bongiorno che da anni, dal 2005, riceveva le richieste estorsive. I provvedimenti cautelari sono stati notificati a Mariano Asaro, 57 anni, secondo le forze dell’ordine esponente di spicco di Cosa Nostra trapanese, Gaspare Mulè, 46 anni e Fausto Pennolino di 51 di Castellammare del Golfo, ambedue sorvegliati speciali. Le pressioni estortive su Bongiorno erano iniziate nel 2005 con una tranche di oltre diecimila euro. Mulé e Pennolino si erano presentati all’imprenditore a nome dei boss mafiosi e in questi anni hanno continuato ad esigere il pizzo, Ora la denuncia e gli arresti.

 

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.