TRIPOLI – Siciliani 2 dei 4 italiani rapiti in Libia

La notizia è filtrata da fonti governative già in mattinata. Dei quattro tecnici della “Bonatti” di Parma due sono siciliani. Si tratta di Salvatore Failla, 47 anni, di Carlentini e Filippo Calcagno, di 65 di Piazza Armerina. Sia Failla che Calcagno erano in Libia per quel Know- how che ha fatto dei lavoratori dei poli petrolchimici siciliani, da Gela all’area siracusana di Priolo ed a quella di Milazzo, professionisti ricercati in tutto il mondo per le loro competenze nella metalmeccanica per la realizzazione degli impianti e per la loro gestione. Infatti, nella Bonatti, che conta 6 mila dipendenti, sono molti i siciliani che hanno trovato impiego nei tanti appalti che vedono impegnato il colosso emiliano.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.