TROINA – 94 casi di coronavirus nella nuova “zona rossa”: preoccupazione per il sindaco

Novantaquattro casi di coronavirus. L’emergenza a Troina si è aggravata, anche se fino a ora circoscritta a pazienti e operatori del centro di assistenza per disabili “Oasi”. La quarta zona rossa in Sicilia, istituita ieri dal presidente della Regione Nello Musumeci, servirà a confinare ulteriormente il contagio che ha provocato anche un decesso, anche se si attende conferma dall’esito del tampone.

Ieri mattina nell’ospedale di Ennna, infatti, è morta una ragazza ospite dell’Irccs: era stata trasferita nel nosocomio tre giorni fa per problemi di saturazione di ossigeno. La ragazza “aveva altre patologie pregresse associate”. Per evitare il dilagare del contagio, fino al 15 aprile, nel centro montano dell’entroterra vigerà il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale e la sospensione di ogni attività degli uffici pubblici, a eccezione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

Intanto, c’è ansia per le condizioni del sindaco Fabio Venezia che ieri su Facebook ha reso noto di essersi sottoposto a una Tac urgente dopo un’improvvisa febbre, dolori al corpo e perdita delle forze.

Condividi
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares
  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.