TV – Gomorra, la nuova serie: in corso riprese a Giugliano

L’ULTIMO summit lo hanno girato dentro la Vela Gialla di Scampia. Nelle prossime ore toccherà a Giugliano. Una macchina che sfiora, penetra e interagisce con l’hinterland, un progetto in costante movimento, “Gomorra-La Serie 2”. Il romanzo televisivo nato da un’idea di Roberto Saviano sta diventando  –  piaccia o no  –  un’azienda itinerante. Un sistema che conta numeri importanti: per un prodotto tutto girato in slang napoletano, con la quasi totalità degli attori  –  fatte alcune importanti eccezioni, come Marco D’Amore, Fortunato Cerlino, Salvatore Esposito, Marco Palvetti, Cristina Donadio o Maria Pia Calzone  –  non conosciuti o appena emergenti, una scommessa su cui non avrebbe puntato nessun broadcaster. 

Invece Sky ha creduto in Gomorra, da subito. “Abbiamo investito e con Cattleya realizzato insieme una serie apprezzata anche moltissimo a livello internazionale al punto da diventare la serie tv italiana più venduta all’estero nella storia della televisione del nostro Paese”, sottolineano nella cabina di produzione della TV capitanata da Andrea Scrosati.

La scrittura della seconda serie è affidata a Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi e Maddalena Ravagli. Comincia lì dove si era consumata la violenta evasione dal carcere del boss, don Pietro Savastano, la cui caduta apre comunque un pericoloso vuoto di potere e quando il clan di Genny cade nell’imboscata di Conte, alimentando ambizioni, carriere criminali e altre oscure trame di “Ciro l’immortale'”. E se lo scorso anno i registi erano 3, quest’anno diventano 4: Stefano Sollima, a cui è affidata anche per la seconda stagione la supervisione artistica della serie; Francesca Comencini (Lo spazio bianco; Un giorno speciale); Claudio Cupellini (Lezioni di cioccolato; Una vita tranquilla, Alaska) e, new entry, Claudio Giovannesi (Alì ha gli occhi azzurri). A oggi, la seconda stagione di “Gomorra  –  La Serie” ha coinvolto 2.400 comparse. Saranno 24 settimane di riprese a Napoli. Tra le altre location toccate, oltre a Scampia: Maiori, Ponticelli, Poggioreale, Casoria, Parco Verde a Caivano.

Le persone impegnate sul set sono circa 300, 150 attori inclusi i piccoli ruoli e un migliaio di fornitori napoletani. E prima ancora del debutto, ” Gomorra  –  La Serie” aveva destato l’interesse dei principali mercati televisivi internazionali: è stata venduta in oltre 130 paesi tra cui gli Stati Uniti, ha attratto oltre un milione di spettatori medi a puntata sulla Tv a pagamento, diventando la serie targata Sky più vista in assoluto nella storia della pay tv. Senza dire che i Dvd della prima stagione, distribuiti da Fox, sono tra i prodotti più venduti in assoluto, persino superiori ai numeri registrati nel 2014 dalla serie-evento “Game of Thrones”. Giudizi lusinghieri sono arrivati anche dai media stranieri: Variety, bibbia dell’intrattenimento a Hollywood, ha definito la serie “la risposta italiana a The Wire” e uno tra i più autorevoli quotidiani internazionali, Le Monde, ha dedicato a Gomorra la prima pagina definendola “Eccezionale serie noir”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.