ULTIMA ORA – Racalmuto, il Sindaco Maniglia sospende il mercato per 2 settimane e chiude piazze e spazi pubblici

Un nuovo intervento in diretta dalla pagina Facebook della Lista Racalmuto, ha visto protagonista il Sindaco Vincenzo Maniglia che, ha voluto dare alla sua cittadinanza nuove comunicazioni e delucidazioni in seguito al maturarsi di nuovi casi di positività tra la comunità, tra cui l’ultimo che riguarda un alunno dela scuola Media. Come avevamo anticipato in esclusiva nel primo pomeriggio, il Sindaco ha firmato un’ordinanza che chiude le scuole venerdi e sabato per consentire un’accurata sanificazione e disinfestazione dei locali con attrezzature specializzate, in attesa di sentire l’ulteriore parere dell’Asp nel week end che, eventualmente potrebbe anche prorogare il termine della chiusura delle scuole. Ma non finisce qui. Perchè il Sindaco Maniglia si è soffermato su tant’altro, come: la firma di altre due ordinanze che prevedono la chiusura del mercato settimanale del sabato per ben due settimane, sabato 21 e 28 novembre , dunque, non si svolgerà il consueto mercato settimanale, frequentato da operatori provenienti dall’hinterland, dove i contagi sono ben superiori a quelli di Racalmuto, come a Canicattì e Grotte, per evitare un ‘ulteriore propagarsi del contagio e soprattutto evitare assembramenti. E poi, da sabato dalle ore 18 alle 5 del mattino ,domani mattina, il Sindaco Maniglia firmerà un’altra ordinanza che prevede la chiusrua delle piazze e degli spazi pubblici come i parchi giochi da sempre luoghi frequentati da giovani che , spesso non evitano il distanziamento sociale e quant’altro rientra nelle regolari norme per evitare il contagio del virus. Il primo cittadino, poi, si è soffermato anche sulle polemiche che si sono innescate da qualche giorno nei suoi confromti attraverso i Social, ribadendo che non è tempo di campagna elettorale da parte di qualcuno. “Abbiamo ritenuto che non fosse necessario chiudere le scuole perchè messe al sicuro, spesso, invece, la chiusura delle stesse ha comportato un conseguente propagarsi del contagio, perchè in tanti non andando a scuola si ritrovano presso altri luoghi che, invece, sicuri non sono. E poi, non tutte le famiglie sono nelle condizioni di poter supportare una eventuale didattica a distanza non avendo la disponibilità di un collegamento internet o di diversi computer a casa. Quindi, ritengo sbagliato e scorretto , quello che alcuni soggetti hanno fatto per aggredire e attaccare l’operato di questa amministrazione che in questi mesi sta lavorando in maniera intensa, per non avere chiuso la scuola.

Qualcuno nei Social ha voluto alimentare l’odio mettendo in cattiva luce il nostro operato che è nel rispetto della legge. Il Sindaco rappresenta in toto la sua comunità, ma ovviamente ci sono cose che può fare e cose che non può fare. Io sono libero e aperto al confronto ma non è il momento delle polemiche e di attacchi sui Social. Infine, il Sindaco si augura di non dover più dare notizie su altri contagi, ma di intervenire solamente per eventuali guarigioni. E’ importante l’azione dell’amministrazione ma è altrettanto importante l’azione dei cittadini.

Condividi
  • 65
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    65
    Shares
  • 65
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.