Ventiquattro anni fa l’omicidio di Libero Grassi: Regione assente, polemica della vedova

“Ma il Presidente Crocetta dov’è? Posso mandargli un messaggio? ‘Rosario, sono molto dispiaciuta che oggi non sei qui alla commemorazione di Libero Grassi e non hai mandato neppure un rappresentante della tua giunta, sai che per te ho un’antica amicizia e che nonostante tutte le chiacchiere su di te, ti voglio sempre bene. Ma mi spiace che non sei qui”. E’ l’amaro sfogo della vedova di Libero Grassi, Piano Maisano, vedova dell’imprenditore ucciso da Cosa nostra il 29 agosto di 24 anni fa, durante la commemorazione davanti al luogo dell’omicidio oggi a Palermo, in via Vittorio Alfieri. Presenti il presidente del Senato Pietro Grasso e l’assessore comunale Barbara Evola, ma della Regione non c’era alcun rappresentante: c’era solo una corona di fiori inviata dall’amministrazione. E la vedova Grassi, oggi ottantenne, non nasconde la sua amarezza. “Sono amareggiata…”, sussurra prima di lasciare il luogo in cui fu ammazzato il marito nel 1991 per essersi ribellato al pizzo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.