VILLABATE – Droga e rapine violente, sequestro di beni ad un imprenditore

Sono stati sequestrati beni per un valore di 100 mila euro a Domenico Amari, di 44 anni, titolare di un’autorimessa di Villabate. La polizia ha eseguito un decreto emesso dal Tribunale – Sezione Misure di Prevenzione, con il quale è stato disposto un sequestro patrimoniale di beni. Tra questi l’autorimessa di Villabate, la quota del 30% di una società attiva nel settore delle riparazioni meccaniche con sede a Villabate e due motoveicoli.

Domenico Amari è stato condannato definitivamente per la commissione di reati contro il patrimonio e la persona, nonché per delitti inerenti la detenzione e lo spaccio di stupefacenti. Nel 2016 gli è stata applicata la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di polizia di Stato per la durata di tre anni.

Il 19 giugno 2018 Amari è stato arrestato per una rapina commessa il 22 agosto 2017 a Termini Imerese. In quella circostanza una banda con a capo Amari si impossessò con violenza di un container contenente circa 138 quintali di gamberi surgelati, del valore di circa 170 mila euro, aggredendo e sequestrando l’autista del mezzo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.